Metronapoli.it

FacebookYoutubeRSSTwitter

E-Magazine & Web TV della Citta' Metropolitana di Napoli - Registrazione al Tribunale di Napoli 5113/2000

Buongiorno Ceramica! 2018: tutti gli appuntamenti a Napoli

16/5/2018 - Visite guidate al Museo e Real Bosco di Capodimonte al servizio in terraglia della manifattura Del Vecchio decorato con gli uccelli selvatici che richiamano il sito di Carditello, ...

Visite guidate al Museo e Real Bosco di Capodimonte al servizio in terraglia della manifattura Del Vecchio decorato con gli uccelli selvatici che richiamano il sito di Carditello, visite al Museo nazionale della ceramica Duca di Martina-Floridiana alla manifattura Giustiniani al con 176 pezzi marcati dalla famosa G che escono dai depositi e infine la mostra al Cellaio (nel Real Bosco di Capodimonte) delle nuove collezioni dell'Istituto ad indirizzo raro G. Caselli-Real Fabbrica di Capodimonte con uno speciale “porta-babà”. E' ricco il programma di Buongiorno Ceramica a Napoli da giovedì 17 a domenica 20 maggio, presentato alla stampa dal direttore di Capodimonte Sylvain Bellenger, da Valter de Bartolomeis, dirigente del Caselli, da Luisa Ambrosio direttrice della Floridiana e dagli assessori alle attività produttive di Comune Enrico Panini e della Regione Campania Amedeo Lepore. Fondata nel 1743 dal re Carlo di Borbone e da sua moglie, la regina Maria Amalia di Sassonia, la Real Fabbrica di Capodimonte ha dato inizio a una tradizione che non è mai finita.
Il direttore Bellenger ha parlato di una giornata storica in cui si suggella la collaborazione istituzionale e si rilancia il settore. “Fondamentale per noi il rapporto con il Caselli” afferma Bellenger, mentre gli fa eco anche il dirigente Valter de Bartolomeis che sabato e domenica al Cellaio esporrà le nuove collezioni prodotte in collaborazione con le aziende del territorio, tra cui un originale “porta-babà”. E sempre al Caselli venerdì 18 maggio alle ore 11.30 sarà presentato il forno civico, ovvero ad uso di tutti quegli artigiani che ne facciano richiesta prenotandosi presso l'Istituto. “Il nostro speciale statuto di indirizzo raro – ha detto de Bartolomeis - ci permette di occuparci non solo di formazione ma anche di produzione”. Al loro fianco Luisa Ambrosio del Museo Duca di Martina che, per l'occasione, farà uscire dai depositi uno dei serviti più importanti della manifattura Giustiniani.

Fondamentale l'apporto istituzionale per il rilancio del settore. L'assessore alle Attività produttive del Comune di Napoli Enrico Panini ha elencato le azioni a sostegno messe in campo: benefici diretti alle imprese e promozione del settore, mentre l'assessore regionale alle attività produttive Amedeo Lepore ha invitato le aziende interessate a partecipare al bando regionale per le imprese artigiane che mette sul piatto 28 milioni di euro (domande a partire dal 25 maggio 2018) promettendo anche una lotta serrata alla contraffazione. Il lungo weekend dedicato alla porcellana Dai musei alla fornace, un percorso alla scoperta del gran fuoco si avvale della collaborazione delle associazioni Amici della Real fabbrica, Il Gusto buono di Napoli e Amici di Capodimonte onlus.

Ecco il programma nel dettaglio Buongiorno ceramica 2018 a Napoli:

Giovedì 17 maggio, ore 10.30

Museo Nazionale della Ceramica Duca di Martina

Lo stile "all'etrusca" nella terraglia ottocentesca. Un servito della manifattura Giustiniani

visita guidata a cura di Alessandra Zaccagnini

In occasione della manifestazione nazionale “Buongiorno Ceramica”, la direzione del Museo Nazionale della Ceramica Duca di Martina propone per la prima volta al pubblico il Servito da tavola “all’etrusca” della Manifattura Giustiniani di Napoli, databile tra il 1830 e il 1835.

L’esposizione dei pezzi più rappresentativi del servito sarà allestita nell'elegante sala da pranzo della duchessa di Floridia, uno degli ambienti originali della Villa, restaurato pochi anni fa.

Il servito, finora custodito nei depositi del Museo e donato allo Stato dal conte Carrara nel 1961, è composto da 176 pezzi, marcati con la G incussa. E’ realizzato in terraglia nera lucida e dipinto “a figure rosse”, e riprende il cosiddetto stile “all’etrusca” che replicava, nelle forme e nei decori, reperti di scavo realizzati sia in bronzo che in ceramica.

Il servito resterà esposto nella sala dal 17 al 20 maggio.

Giovedì 17 maggio, ore 16.00

Museo e Real Bosco di Capodimonte

Uccelli e natura nel Real Sito di Carditello. Un servito in terraglia per la corte della manifattura Del Vecchio

visita guidata a cura di Alessandra Zaccagnini


Si presenta al pubblico per la prima volta Il servito da tavola decorato con uccelli selvatici proveniente dal Real Casino di Carditello. Tratto dai depositi e scenograficamente allestito in una sala interamente dedicata all’arredo di quel Sito Reale, destinato alla caccia, il servito mostra grande varietà di forme e decori con piatti da esposizione e “da salvietta”, fiamminghe, casseruole, rinfresca bicchieri e rinfresca bottiglie, geliere e coprivivande, così come descritti in un inventario del 1828. La manifattura della fabbrica dei Del Vecchio, protetta e sostenuta sin dalla fine del Settecento da Ferdinando IV, nei primi decenni dell’Ottocento fornì numerosi serviti per la corte borbonica testimoniando la capacità della corte e del Regno di Napoli di tenersi al passo con la nuova moda che giungeva dall’Inghilterra.


Venerdì 18 maggio ore 10.30

Museo e Real Bosco di Capodimonte

Fragili splendori dell’oro bianco di Napoli. Porcellane della Real fabbrica di Capodimonte

visita guidata a cura di Paola Giusti e Maria Rosaria Sansone

La preziosa e rara produzione di porcellane del Museo e Real Bosco di Capodimonte, che comprende i celebri “gridi” di Napoli, vasellame e oggetti d’arredo, sino al celebre Salottino di porcellana, il boudoir privato della regina Maria Amalia di Sassonia, costituisce il fondamentale punto di partenza per chiunque voglia oggi avvicinarsi alla porcellana prodotta a Napoli


Venerdì 18 maggio ore 11.30

Istituto ad indirizzo raro G.Caselli - Real Fabbrica di Capodimonte

Dall’arte antica della porcellana alla contemporaneità

Apertura del forno civico contenente le produzioni delle aziende del territorio, delle brodiere del “Gusto Buono di Napoli” con gli interventi decorativi “ombre” realizzati dagli allievi del Caselli, i centrotavola “volare nel bosco” e i porta babà della Real Fabbrica di Capodimonte.


Sabato 19 maggio ore 10.30

Cellaio

Mostra delle nuove collezioni dell’Istituto ad indirizzo raro Caselli - Real Fabbrica di Capodimonte

Si svolgerà anche una performance dal vivo dei maestri e degli allievi dell’antica scuola.


Domenica 20 maggio, ore 10,30

Cellaio

Il lungo viaggio del babà

Tavola rotonda con Valter Luca De Bartolomeis e Fabrizio Mangoni

Mostra delle nuove collezioni dell’Istituto ad indirizzo raro Caselli - Real Fabbrica di Capodimonte

Domenica 20 maggio, ore 10.30

Museo Nazionale della Ceramica Duca di Martina

Lo stile "all'etrusca" nella terraglia ottocentesca. Un servito della manifattura Giustiniani

visita guidata a cura di Alessandra Zaccagnini

Replica della visita del giorno 17 maggio


per info e prenotazioni

081 7499130 o mu-cap.accoglienza.capodimonte@beniculturali.it