Metronapoli.it

FacebookYoutubeRSSTwitter

E-Magazine & Web TV della Citta' Metropolitana di Napoli - Registrazione al Tribunale di Napoli 5113/2000

Giornata Mondiale della Lingua e della Cultura Greca: le celebrazioni a Napoli

6/2/2019 - Napoli celebrerà l’ellenismo nella giornata mondiale della lingua e della cultura greca, il 9 febbraio 2018. Tra Napoli e la Grecia il rapporto è millenario, e in città si è parlato in lingua greca fino all’anno mille dopo Cristo.

Napoli celebrerà l’ellenismo nella giornata mondiale della lingua e della cultura greca, il 9 febbraio 2018. Tra Napoli e la Grecia il rapporto è millenario, e in città si è parlato in lingua greca fino all’anno mille dopo Cristo. Napoli è “custode della cultura ellenica”, come sottolinea il professor Jannis Korinthios, organizzatore della giornata e tra i principali animatori della nutrita comunità greco-partenopea. Le celebrazioni avranno luogo nella Sala dei Baroni del Maschio Angioino l’8 e il 9 febbraio, in una due giorni di esibizioni, spettacoli e performance di lingua e cultura ellenica. Il 9 febbraio è peraltro la data di morte, nel 1857, di uno dei sommi poeti della moderna lingua greca, Dionysios Solomos, che scrisse l’inno nazionale.
Parteciperanno alle celebrazioni circa 40 scuole, in maggioranza licei classici delle province di Napoli, Caserta e Salerno, con la presenza di dieci classi di studenti provenienti dalla Grecia. Le scuole si sfideranno in una maratona. Il tema dell’edizione 2019 della Giornata mondiale della lingua e della cultura greca è “il viaggio delle idee”. Sono inoltre previsti collegamenti con le comunità ellenofone del Salento e della Calabria e interventi in diretta con scuole greche in Azerbaigian, Romania e Congo.
All’inaugurazione, venerdì 8 febbraio, parteciperanno il Presidente della Camera Roberto Fico, il vice Ministro greco della Pubblica Istruzione Meropi Tzoufi, il Sindaco di Napoli Luigi de Magistris, il Commissario presidenziale per la Diaspora Fotis Fotiou, il Segretario generale per la Diaspora Michalis Kokkinos, l’Assessore alla Cultura del Comune di Napoli Nino Daniele, il direttore del Museo Archeologico Nazionale di Napoli Paolo Giulierini, il vice Presidente dell’Unione Comuni della Grecia Dimitris Kafantaris, il Presidente della Comunità Ellenica di Napoli e Campania Paul Kyprianou.
Proprio da Napoli è partita l’iniziativa della Giornata Mondiale della lingua greca, idea poi approvata e sottoscritta dal Parlamento greco. L’unione tra Napoli e la Grecia si rinnova anche attraverso azioni concrete: nello scorso luglio dal capoluogo partenopeo partì una raccolta fondi per la protezione civile greca, impegnata a contenere i vasti incendi sviluppatisi nella regione dell’Attica. A Napoli sempre più persone scelgono di iscriversi ai corsi di neogreco, tenuti dal professor Jannis Korinthios e organizzati dalla Comunità Ellenica di Napoli e della Campania. In diversi licei classici della città sono partiti corsi di neogreco che si tengono in orario curriculare: un fenomeno di riscoperta delle comuni radici mediterranee, in controtendenza rispetto all’insegnamento dominante delle lingue nord-europee.
“La lingua greca non è morta, il greco non si è mai fermato, a differenza del latino che invece si è disperso in diversi rivoli. Qui, da Napoli, sta partendo un nuovo filellenismo, un sentimento di simpatia (greco sympatheia: patire con, provare emozioni con) verso il mondo greco. I nostri corsi hanno un numero sempre maggiore d’iscritti e numerose attività collaterali. Dobbiamo cogliere questa buona disposizione d’animo verso l’ellenismo”, dichiara il professor Jannis Korinthios, organizzatore della manifestazione.
“Considero felice la collaborazione tra la Comunità Ellenica, il Museo Archeologico Nazionale ed il Comune di Napoli nell’organizzazione di questa quarta giornata dedicata alla lingua ed alla cultura greca. Un progetto promosso dal Parlamento Greco ma che ha visto Napoli, negli anni scorsi, tra i suoi maggiori promotori ed ha trovato tra gli istituti scolastici e gli studenti della nostra città una accoglienza e una partecipazione che mi ha molto colpito. C’è, tra le motivazioni di questa adesione, l’impegno e la sensibilità dei nostri insegnanti, la vivacità delle nostre scuole, stimolate dal ritrovarsi con le sue radici più antiche e con la dimensione mediterranea della nostra cultura. Una dimensione a cui ci riporta a cui ci riporta il tema di questa edizione, “Il viaggio delle idee”. E’ il viaggio della cultura greca, che ancora alimenta la nostra cultura, ed è anche un richiamo e un invito all’apertura, alla nostra reciproca conoscenza, all’accoglienza, a non chiudere i nostri porti alle idee, ai sentimenti e alle persone”, afferma l’Assessore alla Cultura del Comune di Napoli Nino Daniele.
"Il MANN è custode delle antiche tradizioni: dal passato ci perviene una lezione sempre attuale, che, tra bellezza e contraddizioni, ci offre tanti spunti su come vivere il nostro status di cittadini moderni. La collaborazione con la Comunità Ellenica di Napoli e Campania ci porta a festeggiare la lingua e la cultura greca in una vera e propria giornata della memoria, aperta ai cittadini ed ai giovani che cercano un riferimento imprescindibile nella straordinaria dimensione artistica del Mediterraneo", dichiara il Direttore del Museo Archeologico Nazionale di Napoli, Paolo Giulierini.

PROGRAMMA: VENERDI’ 8 FEBBRAIO

9.00 - Inaugurazione della Giornata Mondiale della Lingua Greca alla presenza del Presidente della Camera Roberto Fico, del vice Ministro greco della Pubblica Istruzione Meropi Tzoufi, del Sindaco di Napoli Luigi de Magistris, del Commissario presidenziale per la Diaspora Fotis Fotiou, del Segretario generale per la Diaspora Michalis Kokkinos, dell’Assessore alla Cultura del Comune di Napoli Nino Daniele, del direttore del Museo Archeologico Nazionale di Napoli Paolo Giulierini, del vice Presidente dell’Unione Comuni della Grecia Dimitris Kafantaris e del Presidente della Comunità Ellenica di Napoli e Campania Paul Kyprianou.
9.30 - Viaggio nell’Italia che parla greco: dibattito e proiezioni.
10.00 - Maratona “Le idee viaggiano”. Sul palco i licei Vittorio Emanuele II-Garibaldi di Napoli, Sacro Cuore Salesiani di Napoli, Ginnasio Marathona (Grecia), Manzoni (Caserta).
11.00 - Proiezione “Calimera. Sa linnai”, breve corto di Renato Colaci sulla poesia in griko di Salvatore Tommasi. (Sa linnai: come un lumicino).
11.15 - Maratona “Le idee viaggiano”. Sul palco i licei Segrè (San Cipriano d’Aversa), Genovesi (Napoli), Cartesio (Villaricca). Interviene il professor Paolo Silvestrini (Università Vanvitelli): Dall’eudaimonia all’eunomia. Un percorso tra due “nuove” parole per una visione del mondo sostenibile.
12.15 - Maratona “Le idee viaggiano”. Sul palco i licei Umberto I (Napoli), Sannazzaro (Napoli), Pansini (Napoli), Ginnasio Metamorfosis (Grecia).
13.15 - Intervallo.
14.30 - Maratona “Le idee viaggiano”. Sul palco i licei Tasso (Salerno), Carducci (Nola), Pitagora (Pozzuoli)
15.15 - Maratona “Le idee viaggiano”. Sul palco il Ginnasio Patras (Grecia) e il liceo Gatto (Agropoli). 16.00 - Collegamento in diretta con Baku in Azerbaigian. A seguire “L’Italia che parla greco”: canto grecanico calabrese.
Alle 15.30 è prevista la visita ufficiale della delegazione ministeriale al MANN: parteciperanno il vice ministro Meropi Tzoufi, il commissario presidenziale di Cipro Fotis Fotiou, il segretario Michalis Kokkinos. Incontro con il direttore Paolo Giulierini. Visita guidata a cura di Tsao Cevoli.


PROGRAMMA: SABATO 9 FEBBRAIO
9.00 - Introduzione sulle note delle canzoni del cantautore greco Dionysis Savvopoulos.
9.10 – L’Italia che parla greco. Collegamento con Lecce e celebrazione dell’antica unione tra Salento e Grecia. Seguiranno canti in griko del coro di ragazzi dell’Istituto Comprensivo di Calimera diretti dal Professor Doriano Longo: To traudi tos traudìo e Malìa (testi di Vito Domenico Palumbo, musica di S. Cotardo); Grecìa, Grecìa (testo di Franco Corlianò, musica di Doriano Longo).
9.30 - Maratona “Le idee viaggiano”. Sul palco i licei Flacco (Portici), Amaldi-Nevio (Santa Maria Capua Vetere), Pizzi (Capua), Vico (Napoli).
10.30 – Sul palco la scuola della Comunità Ellenica di Napoli e Campania.
10.45 – Collegamento con la scuola greca in Romania.
11.00 – Cerimonia ufficiale: partecipano il vice Ministro Meropi Tzoufi, il segretario Michalis Kokkinos, il Sindaco di Napoli Luigi de Magistris, il direttore del Museo Archeologico di Napoli Paolo Giulierini, l’Assessore alla Cultura del Comune di Napoli Nino Daniele, il vice Presidente Unione Comuni Greci Dimitris Kafantaris, il Presidente della Comunità Ellenica di Napoli e della Campania Paul Kyprianou, i presidi e i docenti dei licei coinvolti. 12.00 – Gruppo coreutico giovanile.
12.15 -Intervallo
13.30 - Maratona “Le idee viaggiano”. Sul palco i licei Marchesi (Padova) e Tinou (Grecia).
14:00 – Collegamento con le celebrazioni sarde della ‘Giornata Mondiale della Lingua e cultura greca’. In diretta i licei De Castro (Oristano), Euclide (Cagliari), Motzo (Quartu Sant’Elena), Siotto Pintor (Cagliari), Pischedda (Bosa-Montresta).
14.15 - Collegamento con la scuola greca di Louboubasi (Congo).
14.30 – L’Italia che parla greco: proiezione del video Filoxenia. 15:00 - Maratona “Le idee viaggiano”. Sul palco il liceo Cirillo (Aversa) e il liceo di Calamata (Grecia).
15.30 -L’Italia che parla greco: canto in griko su testo di Vito Domenico Palumbo Kalì Nitta, eseguito dal coro degli alunni dell’IISS Trinchese di Martano (Lecce).
16.00 - Chiusura con interventi degli organizzatori e dei docenti.