Metronapoli.it

FacebookYoutubeRSSTwitter

E-Magazine & Web TV della Citta' Metropolitana di Napoli - Registrazione al Tribunale di Napoli 5113/2000

COMMEMORAZIONE DELLE VITTIME DEL TERREMOTO A ISCHIA

21/8/2019 - Alla manifestazione organizzata dai Comuni di Casamicciola Terme, Forio e Lacco Ameno parteciperÓ il consigliere delegato alle strade della CittÓ Metropolitana Raffaele Cacciapuoti, che porterÓ i saluti istituzionali del sindaco de Magistris e di tutto il Consiglio metropolitano.

Sarà presente anche la Città Metropolitana, domani alla commemorazione per le vittime del terremoto che colpì due anni fa l’isola d’Ischia. Alla manifestazione organizzata dai Comuni di Casamicciola Terme, Forio e Lacco Ameno parteciperà il consigliere delegato alle strade della Città Metropolitana Raffaele Cacciapuoti, che porterà i saluti istituzionali del sindaco de Magistris e di tutto il Consiglio metropolitano. “Parteciperò con vivo ricordo - ha dichiarato Cacciapuoti - alla fiaccolata in memoria delle vittime di quel tragico terremoto, che spezzò l’ultimo squarcio d’estate a Ischia. Immediatamente dopo il terremoto tutto l’apparato della Città Metropolitana si mosse per prestare i primi soccorsi, sia con il personale sull’isola, sia inviando mezzi e uomini dal terra ferma. Il lavoro sulle strade e sulle scuole è stato imponente ed importante e sta procedendo con buoni ritmi grazie alla collaborazione di tutto l’apparato incaricato a gestire la ricostruzione. Il nostro impegno - conclude Cacciapuoti - sarà massimo finché anche l’ultima pietra non sarà rimessa al proprio posto”. Lo stesso impegno il Consigliere Metropolitano l’ha ribadito stamane attraverso i suoi account social a testimonianza della concreta e fattiva vicinanza della Città Metropolitana di Napoli ai territori e alle popolazioni dell’isola d’Ischia.

"Secondi interminabili – scrive Cacciapuoti - che resteranno impressi per sempre nella memoria di tutti. Noi con gli ischitani. La Città Metropolitana, da subito, è stata vicina ai cittadini isolani. Continueremo a farlo finché anche l’ultima pietra non sarà rialzata e la "ricostruzione" non resti solo una bella parola di cui vantarsi"