Metronapoli.it

FacebookYoutubeRSSTwitter

E-Magazine & Web TV della Citta' Metropolitana di Napoli - Registrazione al Tribunale di Napoli 5113/2000

La Sibilla Cumana: una nuova opera di Jorit nel centro storico di Bacoli

18/5/2020 - Una straordinaria nuova opera dello street artist Jorit che riporta sui muri di Bacoli la grande storia di questi luoghi con la Sibilla Cumana che si riflette nelle acque della Piscina Mirabilis.

Una straordinaria nuova opera dello street artist Jorit che riporta sui muri di Bacoli la grande storia di questi luoghi con la Sibilla Cumana che si riflette nelle acque della Piscina Mirabilis
Sempre più presente a Napoli e nei suoi dintorni Jorit, lo street artist napoletano di fama oramai internazionale, è riuscito a completate a Bacoli un altro splendido murale che aveva iniziato prima dell’emergenza.

La nuova opera di Agoch Jorit si trova nel centro storico di Bacoli, la splendida cittadina nei Campi Flegrei, piena di storia e di bellezze naturali e raffigura non a caso la Sibilla Cumana.

Jorit si è ispirato alla storia e alle straordinarie bellezze del luogo e, come sua abitudine ha lasciato il suo messaggio sotto al murale, sulla base prima di iniziare. Stavolta il messaggio era rivolto ai giovani del luogo e dice : “È importante ricordare che viviamo in un luogo che visto fiorire l’arte, la filosofia, le lotte sociali. Rispettiamo tutti le regole e guardiamo al futuro con gli stessi occhi della Sibilla: determinati e senza paura”.

Luoghi splendidi quelli di Bacoli e delle sue vicinanze che hanno visto passare la grande storia e che sono rimasti stupendi nei secoli. Basti pensare che nelle vicinanze del Murale di Jorit c’è la straordinaria Piscina Mirabilis che l’artista ha anche raffigurato nella sua splendida opera. La “piscina” era una enorme cisterna, punto finale di arrivo del grande acquedotto voluto dall’imperatore romano Augusto che portava le acque dalle lontanissime sorgenti del Serino in Irpinia alla lontana Miseno. La cittadina era infatti un grande porto militare e sede della importante flotta imperiale la Classis Praetoria Misenensis.

La Sibilla Cumana, era una sacerdotessa che stava nei pressi del Lago d’Averno e trascriveva in esametri su foglie di palma i vaticini ispirati dalla divinità: all’epoca la sua importanza era pari a quella dell’Oracolo di Apollo di Delfi in Grecia. Fu riportata anche nell’Eneide quando aiuterà Enea a comunicare con il mondo degli Inferi.

E la Sibilla di Jorit è naturalmente stupenda e si riflette nelle acque della Piscina Mirabilis che si trova nelle vicinanze del murale. Due simboli della millenaria storia di Bacoli che Agoch,Jorit ha immortalato sui muri di via Gaetano De Rosa vicino la villa comunale.