Metronapoli.it

FacebookYoutubeRSSTwitter

E-Magazine & Web TV della Citta' Metropolitana di Napoli - Registrazione al Tribunale di Napoli 5113/2000

Rete PA-associazioni per il rilancio di Fuorigrotta e Bagnoli

24/6/2020 - Il prefetto di Napoli ha presieduto il Tavolo per la sicurezza urbana della X MunicipalitÓ.

Le aree degradate di Fuorigrotta e Bagnoli, due dei quartieri popolari più popolosi e importanti della città di Napoli, devono diventare il centro di progetti e interventi per la riqualificazione urbana e del tessuto sociale che restituiscano benessere alle comunità degli abitanti. È la strada indicata dal prefetto del capoluogo campano Marco Valentini al termine della riunione che ha presieduto questa mattina nella X municipalità il Tavolo di osservazione sulla sicurezza urbana. Nell'ambito degli incontri con le municipalità programmati per conoscere sul campo i territori e le loro necessità, il prefetto Valentini si è confrontato con l'assessore alla Sicurezza urbana Alessandra Clemente, i presidenti della municipalità e della commissione comunale Traffico e Viabilità, i responsabili territoriali delle Forze dell'ordine e della Polizia locale, i rappresentanti della direzione scolastica regionale e del Decanato. Interventi concreti per una maggiore vivibilità a Fuorigrotta, il quartiere più popolato di Napoli, ad alta densità abitativa e commerciale, sede tra l'altro di facoltà universitarie, dello stadio San Paolo e del centro di produzione RAI, e per la valorizzazione di Bagnoli, importante sede industriale del Sud e di una delle principali basi NATO in Italia, richiedono una cooperazione più intensa. È necessaria una rete tra le istituzioni del territorio e tra queste, cittadini e associazioni civiche, ha detto il prefetto, riferendosi anche alla questione della riqualificazione dell'ex Sferisterio. Altro tema caldo quello della movida, soprattutto nelle zone di Coroglio e dell'Arenile di Bagnoli. L'obiettivo è quello di coniugare gli interessi dei commercianti e imprenditori con la quiete degli abitanti. Il comune, ha assicurato l'assessora, monitora la situazione e ha già avviato interventi e iniziative concreti, anche in collaborazione con i cittadini, per contrastare il degrado, ad esempio migliorando le infrastrutture per attirare turismo e nuovi insediamenti. Il tavolo, informa la prefettura, si aggiornerà a settembre prossimo.