Metronapoli.it

FacebookYoutubeRSSTwitter

E-Magazine & Web TV della Citta' Metropolitana di Napoli - Registrazione al Tribunale di Napoli 5113/2000

Controlli delle forze di polizia nei comuni di Torre del Greco (Na), Trentola Ducenta e Teverola (Ce)

27/7/2020 - In campo 26 equipaggi per un totale di 62 unitŕ interforze appartenenti al raggruppamento Campania dell’Esercito, ai Carabinieri di Torre del Greco (Na), alla Polizia Metropolitana di Napoli.

Prosegue in Campania la stagione estiva di controlli sul campo sulle illegalità nel ciclo dei rifiuti, mirate per categorie produttive e specifiche aree territoriali, pianificati da l’Incaricato per il contrasto del fenomeno dei roghi nella regione Campania e sotto il coordinamento delle prefetture di Napoli e Caserta e la partecipazione delle questure e le forze di polizia di entrambe le province. Giovedì scorso la seconda azione di controllo straordinario del territorio ha riguardato il territorio del comune di Torre del Greco, per la provincia di Napoli, e di Trentola Ducenta e Teverola per la provincia di Caserta. In campo 26 equipaggi per un totale di 62 unità interforze appartenenti al raggruppamento Campania dell’Esercito, ai Carabinieri di Torre del Greco (Na), alla Polizia Metropolitana di Napoli, alla Polizia di Stato di Torre del Greco (Na), alla Guardia di Finanza di Torre del Greco (Na), ai Carabinieri Forestale di Torre del Greco (Na), alla Polizia Municipale di Torre del Greco (Na), ai Carabinieri Forestale di Calvi Risolta (Ce), ai Carabinieri di Trentola Ducenta (Ce), alla Polizia di Stato di Aversa (Ce), alla Guardia di Finanza ROAN di Napoli, alla Guardia di Finanza Territoriale di Aversa (Ce), alla Polizia Municipale di Trentola Ducenta (Ce), alla Polizia Provinciale di Caserta, al Servizio ASL di Caserta e ARPAC di Caserta. Sono state controllate 7 attività imprenditoriali e commerciali, di cui 3 sanzionate; 29 le persone identificate, di cui 8 denunciate tra lavoratori irregolari e rei di illeciti ambientali, 19 auto/autocarri controllati, di cui 17 sequestrati, circa 2500 mq di aree sequestrate. I reati contestati sono stati la gestione e smaltimento illecito dei rifiuti e degli scarti delle lavorazioni.