Metronapoli.it

FacebookYoutubeRSSTwitter

E-Magazine & Web TV della Citta' Metropolitana di Napoli - Registrazione al Tribunale di Napoli 5113/2000

Museo e Real Bosco di Capodimonte: prorogata fino a Pasqua 2021 la mostra Napoli Napoli, di lava, porcellana e musica

15/9/2020 - "I commenti pieni di stupore lasciati sul libro d’oro della mostra, e quelli ricchi di entusiasmo della stampa e sui social - afferma il direttore del Museo e Real Bosco di Capodimonte Sylvain Bellenger - ci hanno spinto a prorogarne la durata fino al prossimo anno per offrire la possibilitŕ di visitarla a chi ancora non lo ha fatto a causa del lockdown."

“La mostra Napoli Napoli, di lava, porcellana e musica è prorogata fino al 6 aprile 2021, ovvero subito dopo Pasqua del prossimo anno, per consentire a un numero sempre maggiore di persone di poter visitare un’esposizione che celebra la bellezza della città di Napoli nel ‘700, nella musica e nell’arte” – afferma il direttore del Museo e Real Bosco di Capodimonte Sylvain Bellenger. Un’esposizione molto apprezzata dal pubblico. Abbiamo deciso di prorogarla per dare una risposta positiva alla richiesta di tanti visitatori bloccati dal doloroso lockdown. I commenti pieni di stupore lasciati sul libro d’oro della mostra, e quelli ricchi di entusiasmo della stampa e sui social ci hanno spinto a prorogarne la durata fino al prossimo anno per offrire la possibilità di visitarla a chi ancora non lo ha fatto a causa del lockdown.  L’emergenza sanitaria da Covid-19 e le prescrizioni per ridurne il contagio hanno portato, inoltre, la direzione del Museo e Real Bosco di Capodimonte a creare un’app dedicata alla prenotazione obbligatoria dei biglietti e all’ascolto delle musiche della mostra Napoli Napoli, di lava, porcellana e musica, quest’ultima vero filo conduttore di tutto il racconto e dell’allestimento. L’app è scaricabile gratuitamente sul proprio smartphone da Playstore (https://play.google.com/store/apps/details?id=it.coopcultureitalia.app.capodimonte&hl=it) e Appstore (https://apps.apple.com/us/app/capodimonte/id1524460860) e consente di poter riascoltare le musiche, anche una volta terminata la visita. La mostra Napoli Napoli, di lava, porcellana e musica è promossa dal Museo e Real Bosco di Capodimonte, con il Teatro di San Carlo di Napoli, in collaborazione con Amici di Capodimonte onlus e la produzione e organizzazione della casa editrice Electa. Le 19 sale dell’Appartamento Reale, riproposte in una spettacolare e coinvolgente scenografia, ideata dall’artista Hubert le Gall come la regia di un’opera musicale, sono un palcoscenico d’eccezione per i costumi della sartoria del Teatro di San Carlo con firme prestigiose (Ungaro, Odette Nicoletti, Giusi Giustino e altri) e le porcellane di Capodimonte. Il vero filo conduttore di tutta l’esposizione è rappresentato dalle musiche di Giovanni Pergolesi, Domenico Cimarosa, Giovanni Pacini, Giovanni Paisiello, Leonardo Leo, Niccolò Jommelli e molti altri, selezionate da Elsa Evangelista con un commento critico musicale di Alessandro De Simone per i vari temi artistici di ciascuna sala. La mostra è una sintesi di tutte le arti, e illustra la pluridisciplinarità tipica della nostra contemporaneità: un viaggio multisensoriale sotto la guida della musica all’interno della Reggia borbonica, trasformata per l’occasione in un vero e proprio spettacolo teatrale. Un’esposizione con oltre 1000 oggetti, oltre 300 porcellane delle collezioni delle Reali Fabbriche di Capodimonte e Napoli, di altre manifatture europee e pezzi originali cinesi, più di 150 costumi del Teatro di San Carlo, strumenti musicali del Conservatorio di San Pietro a Majella di Napoli, dipinti, oggetti d’arte e di arredo, minerali e animali tassidermizzati oggi conservati rispettivamente nel Museo Mineralogico e nel Museo Zoologico di Napoli.

Acquisto del biglietto on line sul sito https:// www.coopculture.it e tramite l’app Capodimonte scaricabile su Playstore e Appstore. Per un migliore ascolto delle musiche consigliamo di portarsi le proprie cuffie per ascoltare la portentosa musica napoletana e vivere l’esperienza di come essa riesca a dialogare con le arti applicate ‘700.

Qui la pagina dedicata:

http://www.napolilavaporcellanaemusica.it/index.php/it/


photo: Luciano Romano