Metronapoli.it

FacebookYoutubeRSSTwitter

E-Magazine & Web TV della Citta' Metropolitana di Napoli - Registrazione al Tribunale di Napoli 5113/2000

Riapre, con ingresso gratuito, la splendida Villa Arianna l’antica domus di Stabiae

16/2/2021 - Si potrà visitare gratuitamente Villa Arianna, una della antiche Domus di Stabiae che era un centro commerciale già importante all’epoca dell’eruzione del Vesuvio nel 79 d.C.. Una villa splendida, tra le più antiche del territorio, che è stata riaperta mesi fa al pubblico dopo una lunga chiusura per i danni subiti in un nubifragio

Si potrà visitare gratuitamente Villa Arianna, una della antiche Domus di Stabiae che era un centro commerciale già importante all’epoca dell’eruzione del Vesuvio nel 79 d.C.. Una villa splendida, tra le più antiche del territorio, che è stata riaperta mesi fa al pubblico dopo una lunga chiusura per i danni subiti in un nubifragio

Dal giorno 15 febbraio 2021 riapre, con ingresso gratuito, la splendida Villa Arianna a Castellammare di Stabia. La splendida Villa Romana resterà aperta dal lunedì al venerdì (sabato e domenica chiuso) dalle 9.00 alle 17.00 (ultimo ingresso 15.30). L’accesso è gratuito ma con prenotazione obbligatoria e avverrà in conformità con tutte le prescrizioni normative in essere per l’emergenza in corso.

Le antiche ville di Stabiae
L’antica Stabiae era un luogo prediletto di vacanza dei ricchi patrizi romani che vi costruirono tantissime ville, con annesse terme e meravigliosi affreschi. Villa Arianna, in particolare, aveva un accesso diretto alla spiaggia con varie rampe e scale. Nell’agosto del 79 l’eruzione del Vesuvio distrusse la zona provocando la caduta di tetti e seppellendo le tante ville sotto una fitta coltre di cenere.

Oggi le Ville Romane ritrovate di Stabiae si trovano sul ciglio settentrionale del poggio di Varano in posizione panoramica: ‘Villa Arianna’ è la più antica e che si chiama così per la grande pittura a soggetto mitologico rinvenuta nella parete di fondo del triclinio.

Villa Arianna è la più antica
Villa Arianna fu ritrovata tra il 1757 e il 1762 e tutto ciò che di pregio fu trovato fu portato al Museo Borbonico presso il Palazzo Reale di Portici. L’edificio è in parte ancora interrato ma buona parte della Villa per circa 2500 mq, è stata poi riportata alla luce.

La villa è collegata con la pianura sottostante attraverso una serie di rampe su sei livelli e all’epoca arrivava fino al mare. Ci sono quattro nuclei principali che sono l’atrio e gli ambienti circostanti, gli ambienti di servizio e termali, gli ambienti ai lati del triclinio estivo e la grande palestra.


Un luogo molto bello che conserva ancora molte decorazioni che testimoniano l’alto tenore di vita dei proprietari che avevano anche un gusto molto raffinato. Tra queste il quadro che dà il nome alla villa e che raffigura ‘Arianna abbandonata da Teseo’ che si trova nella parete di fondo del triclinio.

Maggiori informazioni – Le Ville di Stabiae – +39 081 8575347