Metronapoli.it

FacebookYoutubeRSSTwitter

E-Magazine & Web TV della Citta' Metropolitana di Napoli - Registrazione al Tribunale di Napoli 5113/2000

200 positivi nella fascia di età 1-21 anni, il comune prende provvedimenti: "Non si può entrare o uscire dal comune"

2/3/2021 - Boom di contagi negli ultimi giorni. 17 positivi hanno tra gli uno e i tre anni. Rafforzati i posti di blocco nel comune di Torre del Greco in applicazione delle restrizioni previste nella zona arancione

Boom di contagi negli ultimi giorni. 17 positivi hanno tra gli uno e i tre anni. Rafforzati i posti di blocco nel comune di Torre del Greco in applicazione delle restrizioni previste nella zona arancione


Forti decisioni da parte del comune di Torre del Greco per contenere l'epidemia di Covid dopo il boom di contagi delle ultime settimane.

Ecco la nota diramata poco fa dal comune:

"L’ Amministrazione comunale, a seguito dell’incremento della curva dei contagi - riscontrati su base giornaliera, dai dati trasmessi dall’ ASL Na3 Sud – ha rilevato un evidente stato di criticità, nella città di Torre del Greco, per il quale si rendono necessari – già a partire dalle prossime ore – una serie di interventi sull’intero territorio. A destare particolare preoccupazione, inoltre, la considerazione che gli esiti dei tamponi afferenti la diffusione epidemiologica del virus, registrano una particolare contagiosità soprattutto dei giovani, e, in particolare di quelli di età compresa tra i 10 ed i 18 anni. Ammonta, infatti, a circa 200 il numero complessivo dei positivi nati tra il 2000 ed il 2020. Così, nello specifico, saranno predisposti posti di blocco per accertare il rispetto normativo del divieto di spostamento tra comuni – così come stabilito per le zone cosiddette arancioni – oltre che per assicurare il divieto di assembramenti in strada, ovvero, in particolari luoghi di aggregazione, soprattutto da parte dei giovani e dei minorenni. Fortemente ribadito, invece, il rispetto degli obblighi di utilizzo delle mascherine – nonché - del distanziamento sociale. La situazione – dichiara il sindaco, Giovanni Palomba – ritorna a destare preoccupazioni. Stiamo attraversando una fase particolarmente critica e delicata nella quale, come ci evidenziano i dati, i più esposti sono proprio i nostri giovani. Collaborare, oggi, è un dovere di tutti”, spiega il portavoce del Sindaco? Salvatore Perillo.