Metronapoli.it

FacebookYoutubeRSSTwitter

E-Magazine & Web TV della Citta' Metropolitana di Napoli - Registrazione al Tribunale di Napoli 5113/2000

PANORAMA, mostra diffusa a cura di Vincenzo de Bellis; 2 – 5 settembre Procida

31/8/2021 - Le grandi gallerie d'arte italiane si incontrano a Procida. ITALICS, un consorzio che riunisce oltre sessanta tra le più autorevoli gallerie italiane d’arte contemporanea, moderna e antica, presenta il suo primo progetto in presenza: PANORAMA, una mostra diffusa sull’isola di Procida (Napoli) da giovedì 2 a domenica 5 settembre 2021, a cura di Vincenzo de Bellis, direttore associato e curatore per le arti visive del Walker Art Center di Minneapolis.

Si tratta della prima edizione di un appuntamento espositivo che, sempre con il titolo di PANORAMA, ITALICS dedicherà con cadenza annuale al racconto di alcune tra le località più affascinanti del paesaggio italiano, sviluppando percorsi d’arte che proseguono nel mondo reale lo straordinario viaggio iniziato a ottobre 2020 tra le pagine di questa piattaforma Italics.art.

PANORAMA | Procida è un itinerario alla scoperta della bellezza potente dell’isola, in cui arte e natura disegnano un nuovo paesaggio che include la dimensione dell’esperienza. Un happening condiviso che coinvolge l’intero territorio e la sua cittadinanza, costruito in dialogo con Agostino Riitano, direttore di Procida Capitale Italiana della Cultura 2022.

Il percorso espositivo abbraccia cinque secoli di storia dell’arte, dall’antichità al contemporaneo, con grande attenzione alla produzione italiana e un focus specifico sul contesto napoletano, e riunisce oltre cinquanta opere degli artisti Marisa Albanese (Napoli, Italia, 1947–2021), Giovanni Anselmo (Borgofranco d’Ivrea, Italia, 1934), Salvatore Arancio (Catania, Italia, 1974), Gianni Asdrubali (Tuscania, Italia, 1955), Rosa Barba (Agrigento, Italia, 1972), Noah Barker (California, USA, 1991), Per Barclay (Oslo, Norvegia, 1955), Robert Barry (New York, USA, 1936), Elisabetta Benassi (Roma, Italia, 1966), Walead Beshty (Londra, GB, 1976), Daniel Buren (Boulogne-Billancourt, Francia, 1938), Giulia Cenci (Cortona, Italia, 1988), Chen Zhen (Shanghai, Cina 1955 – Parigi, Francia, 2000), Antonio Della Guardia (Salerno, Italia, 1990), Fortunato Depero (Fondo, Italia, 1892 – Rovereto, Italia, 1960), Patrizio Di Massimo (Jesi, Italia, 1983), Flavio Favelli (Firenze, Italia, 1967), Luca Francesconi (Mantova, Italia, 1979), Lucio Fontana (Rosario di Santa Fé, Argentina, 1899 – Comabbio, Italia, 1968), Mario García Torres (Monclova, Messico, 1975), Igor Grubić (Zagabria, Croazia, 1969), Christian Holstad (Anaheim, USA, 1972), Paolo Icaro (Torino, Italia, 1936), Massimo Listri (Firenze, Italia, 1953), Nate Lowman (Las Vegas, USA, 1979), Ibrahim Mahama (Tamale, Ghana, 1987), Marcello Maloberti (Casalpusterlengo, Italia, 1966), Domenico Antonio Mancini (Napoli, Italia, 1980), Darius Mikšys (Kaunas, Lituania, 1969), Daniele Milvio (Genova, Italia, 1988), Alek O. (Buenos Aires, Argentina, 1981), Luigi Ontani (Grizzana Morandi, Italia, 1943), Adrian Paci (Scutari, Albania, 1969), Mimmo Paladino (Paduli, Italia, 1948), Giulio Paolini (Genova, Italia, 1940), Francesco Pedraglio (Como, Italia, 1981), Giuseppe Penone (Garessio, Italia, 1947), Giulia Piscitelli (Napoli, Italia, 1965), Nicola Samorì (Forlì, Italia, 1977), Tomás Saraceno (San Miguel de Tucumán, Argentina, 1973), Alberto Savinio (Atene, Grecia, 1891 – Roma, Italia, 1952), Marinella Senatore (Cava de’ Tirreni, Italia, 1977), Francesco Simeti (Palermo, Italia, 1968), Sissi (Bologna, Italia, 1977), Filippo Tagliolini (Fogliano di Cascia, Italia, 1745 – Napoli, Italia, 1809), Fredrik Værslev (Moss, Norvegia, 1979), Andy Warhol (Pittsburgh, USA, 1928 – New York, USA, 1987), Heimo Zobernig (Mauthen, Austria, 1958), Damon Zucconi (Bethpage, USA, 1985), scuola italiana del tardo XVIII secolo e un’opera di Matthias Stomer (1600, Amersfoort, Paesi Bassi – 1650, Sicilia),  proveniente dalle collezioni del Museo e Real Bosco di Capodimonte.

La mostra racconta la meravigliosa varietà di stili, materiali, soluzioni compositive e traduzioni formali che hanno caratterizzato la creatività di ogni tempo. Il percorso, che abbraccia tutta l’isola, include alcuni lavori dalla forte attitudine mimetica che si fondono con il paesaggio naturale e umano, altri ancora richiedono il coinvolgimento diretto della popolazione o del visitatore traghettandolo in dimensioni inedite, e due progetti speciali che si configurano come ‘mostre nella mostra’.

Un’opera proveniente dalle preziose collezioni del Museo e Real Bosco di Capodimonte, crea un dialogo inedito con Concetto spaziale. La fine di Dio (1963) di Lucio Fontana. Italics d’Oro inaugura una nuova tradizione espositiva, celebrando a ogni edizione di PANORAMA un artista che abbia vissuto intensamente il territorio che, di volta in volta, ospita la mostra diffusa. Il primo protagonista di Italics d’Oro è Daniel Buren.

Il percorso espositivo si sviluppa lungo diversi siti espositivi diffusi sull’isola, tra architetture pubbliche e private, chiese, palazzi storici e aree popolari, e si estende dal porto Marina Grande sino all’antico borgo fortificato di Terra Murata, dominato da Palazzo d’Avalos (1563) un tempo cittadella carceraria. Lungo questo itinerario, si articolano dialoghi silenziosi tra gruppi tematici di opere che si riflettono nel particolare punto espositivo scelto per la loro installazione.

Il Museo Civico riunisce un gruppo di lavori che, dal Settecento a oggi, raccontano Napoli e le sue isole. Il carcere, storicamente collocato all’interno di Palazzo d’Avalos, ospita opere che rievocano i temi della costrizione e dell’isolamento. Intorno all’Abbazia di San Michele Arcangelo si concentrano le opere di carattere mistico o spirituale. Tre delle celebri terrazze di Procida, belvedere collocati in diversi punti del territorio che offrono generose vedute sul Mediterraneo, ospitano importanti installazioni scultoree. Infine, un consistente nucleo di opere rappresentano installazioni site-specific che si inseriscono con naturalezza nel tessuto urbano o interventi effimeri per la maggior parte firmati dagli artisti più giovani tra quelli selezionati, che hanno sperimentato molteplici modalità espressive facendo ricorso al sonoro, alla radio-trasmissione, alla dimensione digitale, alla narrazione e, soprattutto, alla partecipazione. Rientrano in questo ambito anche le cinque performance degli artisti Robert Barry, Elisabetta Benassi, Igor Grubić, Marcello Maloberti e Adrian Paci.

PANORAMA | Procida accoglie appieno il principio fondante dell’intero progetto ITALICS, espresso nel sottotitolo Art and Landscape: la possibilità cioè di leggere il paesaggio e la sua storia stratificatasi in secoli di umanità attraverso l’arte e le relazioni che essa riesce a generare tra visitatore e territorio, al di là di ogni genere di classificazione temporale o di media.

Con PANORAMA, ITALICS rinnova il proprio impegno nella promozione della bellezza del Paese nella sua profonda complessità, attraverso lo sguardo dei galleristi italiani.

PANORAMA | Procida è realizzata grazie a Intesa Sanpaolo, Partner del progetto, e a Tod’s che con questo impegno rinnova il proprio supporto alla giovane creatività contemporanea. La mostra è realizzata con il sostegno della Regione Campania, della Fondazione Donnaregina per le arti contemporanee – museo Madre e in collaborazione con il Museo e Real Bosco di Capodimonte, con il patrocinio del Comune di Procida e “Verso Procida 2022”.

Di seguito l’Agenda di PANORAMA Procida:

- Giovedì 2 settembre 15:00 – 20:00 Mostra aperta al pubblico

17:00 – Robert Barry Inert Gas Series/Argon/ at 5 pm on September 2nd 2021 14 liters of Argon were returned to the atmosphere, 2021 Performance diffusa sull’Isola

18:00 Inaugurazione Chiesa Maria SS. Della Pietà, via Roma 40 Ingresso gratuito fino a esaurimento posti

18:30 – 20:00 – Marcello Maloberti MARTELLATE – MALINCUORE, 2021 Performance diffusa sull’Isola

- Venerdì 3 settembre 10:00 – 20:00

Mostra aperta al pubblico

10:00 – 12:00 Marcello Maloberti MARTELLATE – MALINCUORE, 2021 Performance diffusa sull’Isola

11:00 Patrizio Di Massimo Caro Mondo, 2021 Performance all’Esterno Abbazia San Michele

17:00 Igor Grubić Little Quote Lesson, 2021 Terra Murata

18:00 Talk – Arte e Territorio. Spunti per una vera integrazione. Conversazione pubblica tra Franco Farinelli, geografo, e Andrea Anastasio, artista e designer. Introducono e moderano Vincenzo de Bellis, curatore di PANORAMA | Procida e Agostino Riitano, Direttore Procida Capitale Italiana della Cultura 2022. Terrazza Terra Murata, piazza Guarracino 1 Ingresso gratuito fino a esaurimento posti

19:00 Italics d’Oro a Daniel Buren Terrazza Terra Murata, piazza Guarracino 1 Ingresso gratuito fino a esaurimento posti

- Sabato 4 settembre

10:00 – 20:00 Mostra aperta al pubblico

10:00 – 12:00 Marcello Maloberti MARTELLATE – MALINCUORE, 2021 Performance diffusa sull’Isola

17:00 – 19:00 Elisabetta Benassi Ordine e Disordine, 2015-2021 Performance diffusa sull’Isola

17:00 Adrian Paci One and Twenty-Four Chairs, 2021 Piazzetta Troisi, Corricella

- Domenica 5 settembre

10:00 – 20:00 Mostra aperta al pubblico.

In ottemperanza al Decreto-Legge n. 105 del 23 luglio 2021, per visitare i luoghi al chiuso è necessario esibire il Green Pass, digitale o cartaceo, corredato da un valido documento di identità, oppure un tampone con risultato negativo effettuato nelle precedenti 48 ore. Le disposizioni non si applicano ai bambini di età inferiore ai 12 anni e ai soggetti con certificazione medica specifica. Restano altresì in vigore le misure di sicurezza anti-Covid 19 già attive come il contingentamento degli ingressi, la misurazione della temperatura all’ingresso, e l’obbligo di indossare la mascherina. Per quanto riguarda gli eventi che si terranno all’esterno sarà possibile la partecipazione fino ad esaurimento posti qualora sia possibile l’assegnazione degli stessi e anche dove l’ingresso sia libero deve sempre essere rispettato il distanziamento sociale. Vige sempre l’obbligo di usare la mascherina.

Visite guidate:

dal 3 al 5 settembre, in occasione di PANORAMA | Procida, il Museo e Real Bosco di Capodimonte, le Gallerie d’Italia – Palazzo Zevallos Stigliano, sede museale di Intesa Sanpaolo a Napoli e la Fondazione Donnaregina per le arti contemporanee – museo Madre offriranno al pubblico visite guidate gratuite in italiano su prenotazione. 

- Museo e Real Bosco di Capodimonte Via Miano 2, 80131 Napoli Venerdì 3 settembre, alle ore 16.00, il Museo offre una visita guidata gratuita alla collezione. Prenotazione obbligatoria fino a esaurimento posti a questo link: https://italicsgalleries.typeform.com/to/VMGQyX0d

- Gallerie d’Italia – Palazzo Zevallos Stigliano Via Toledo 185, 80132 Napoli

Dal 3 al 5 settembre, ogni giorno alle ore 14:00 e alle 14:30, il Museo offre una visita guidata gratuita alla mostra “Los Angeles (State of Mind)”. Prenotazione obbligatoria fino a esaurimento posti al numero 800.454229 oppure info@palazzozevallos.com. 

- Fondazione Donnaregina per le arti contemporanee – museo Madre Via Luigi Settembrini 79, 80139 Napoli

Dal 3 al 5 settembre, ogni giorno alle ore 10.30, il Museo offre una visita guidata gratuita. Prenotazione obbligatoria fino a esaurimento posti a questi link:

Venerdì 3 settembreh. 10.30: https://italicsgalleries.typeform.com/to/zTe2YD2D

Sabato 4 settembre h. 10.30: https://italicsgalleries.typeform.com/to/wWAAXoHt

Domenica 5 settembre h. 10.30: https://italicsgalleries.typeform.com/to/qOpJjW4y

In allegato la mappa.


mappa PANORAMA Procida: 759_PANORAMA-Procida_Mappa_web.pdf