Metronapoli.it

FacebookYoutubeRSSTwitter

E-Magazine & Web TV della Citta' Metropolitana di Napoli - Registrazione al Tribunale di Napoli 5113/2000

World Cleanup Day 2021: Napoli tra le cittą che hanno registrato pił volontari

21/9/2021 - Oltre 1000 le attivitą che si sono svolte in tutta Italia e pił di 100 mila volontari in campo armati di guanti per fare parte del cambiamento. Vincenzo Capasso, presidente di Let's Do It! Italy: "Questo contributo sta a significare che il messaggio di sostenibilitą, di riappropriazione del nostro pianeta, dei luoghi in cui viviamo sta passando"

Oltre 1000 le attività che si sono svolte in tutta Italia e più di 100 mila volontari in campo armati di guanti per fare parte del cambiamento. Vincenzo Capasso, presidente di Let's Do It! Italy: "Questo contributo sta a significare che il messaggio di sostenibilità, di riappropriazione del nostro pianeta, dei luoghi in cui viviamo sta passando"

Il 18 e 19 settembre si è celebrato il World Cleanup Day, la più grande azione civica di pulizia al mondo, coordinato in Italia dall’associazione ambientale Let’s do It! Italy. Sono oltre 1000 le attività che si sono svolte in tutta Italia, ma i numeri sono destinati a crescere dato che ci sono associazioni e gruppi informali di cittadini che stanno continuando in queste ore a comunicare i dati della raccolta senza essersi registrati prima sulla mappa. Le prima stime conteggiano oltre 100 mila volontari in campo armati di guanti per fare parte del cambiamento. Le attività proseguiranno anche il prossimo fine settimana attraverso la campagna Puliamo il Mondo di Legambiente. Tra le attività che saranno messe in campo nell’ambito del World Cleanup Day una sfilata con abiti realizzati con materiale da riciclo e refashion che si terrà a Milano il 26 settembre nel corso della Fashion Week, organizzata da Let’s do It! Italy e Vitaru.

Bolzano la città più a nord. Linosa quella più a sud. Una partecipazione omogenea che ha visto Torino, Milano, Roma, Napoli, Bari, Palermo tra le città che hanno registrato il maggior numero di volontari. Tantissimi anche i comuni medio piccoli dove sono stati rifiuti di ogni genere. Dall’indifferenziato alla plastica. Dagli ingombranti alle cicche di sigarette, uno dei nostri più acerrimi nemici. Milioni i sacchi riempiti negli angoli delle strade, nelle piazze, sulle spiagge, nei parchi ed anche nelle riserve naturali. Nelle prossime settimana Let’s do It! Italy presenterà il report finale delle attività.

Come nelle passate edizioni il World Cleanup Day ha ricevuto il patrocinio del Ministero della Transizione ecologica. Quest’anno riceve anche il patrocinio del Programma All4Climate – Italy 2021, gestito dal Ministero della Transizione Ecologica, volto a promuovere il 2021 come anno dell’Ambizione Climatica. Tante anche le aziende che hanno preso parte al World Cleanup Day attraverso attività di sensibilizzazione, ma anche organizzando attività di pulizia. Altre ancora attraverso donazioni di materiali, come Spontex Italia che ha deciso donato a Let’s do It! Italy 10 mila paia di guanti. Tra quelle che aderiscono al World Cleanup Day figurano Decathlon Italia, Johnson & Johnson Medical Italia, Axa, Banana Beauty, Allianz Partners, Euler Hermes, weDo/.

«Questa due giorni di attività ci ha riempito gli occhi di bellezza.Vedere migliaia di volontari che si sono spesi per ripulire il proprio territorio da rifiuti, incuria frutto della cattiva amministrazione, ma soprattutto dell’inciviltà, non può che renderci felici. Questo contributo sta a significare che il messaggio di sostenibilità, di riappropriazione del nostro pianeta, dei luoghi in cui viviamo sta passando. Siamo arrivati ad un punto di non ritorno. Quelli appena trascorsi sono stati giorni estenuanti, ma non ci fermiamo qui. Il World Cleanup Day non è una giornata fine a sé stessa, bensì un punto di partenza. Da qui dobbiamo ripartire. Dobbiamo agire tutti assieme per cambiare le cose». A dichiararlo il presidente di Let's Do It! Italy, Vincenzo Capasso.