Metronapoli.it

FacebookYoutubeTelegramInstagramTwitter

E-Magazine & Web TV della Citta' Metropolitana di Napoli - Registrazione al Tribunale di Napoli 5113/2000

Pompei collegata via mare con le principali localitÓ del Golfo

18/11/2022 - Ogni giorno partiranno da Pompei, una ogni ora, navette via mare che collegheranno la cittÓ degli scavi con le isole del Golfo, Napoli e Salerno, e le costiere amalfitana e sorrentina.

Intesa firmata dal sindaco con Marina di Stabia

E' il risultato del protocollo di intesa sottoscritto tra Il sindaco di Pompei Carmine Lo Sapio e il presidente di Marina di Stabia, Giovanni La Mura.

"Con l'amico Giovanni La Mura - evidenzia il sindaco Carmine Lo Sapio - realizziamo un sogno: lavorare insieme far crescere il turismo della Regione Campania. Con la convenzione storica siglata questa mattina, Pompei diventa il faro del turismo regionale. Nei prossimi giorni il presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca sarà a Pompei per definire il piano dei percorsi del nuovo trasporto via mare. Aprire ad altre città il confine di Pompei e offrire nuovi servizi ai turisti sono gli obiettivi dell'intesa. Il 'Porto di Pompei', inoltre, metterà a disposizione degli ospiti delle strutture ricettive". "Ringrazio il sindaco per aver intrapreso questa iniziativa - ha sottolineato La Mura - unica e di rilevanza nazionale. Il turismo dei porti non è solo per ricchi". "E' da apprezzare la sinergia messa in campo dal sindaco Carmine Lo Sapio finalizzata a rendere più completa e attrattiva la proposta per i visitatori, facilitandone gli spostamenti, in un frangente storico davvero complicato", ha spiegato l'arcivescovo Tommaso Caputo. "Superare i confini è importante per aggiungere dei tasselli a questo mosaico per rendere l'esperienza dei visitatori più ricca. Per questo ringrazio il sindaco di Pompei Carmine Lo Sapio" ha detto il direttore generale del parco Archeologico di Pompei Gabriel Zuchtriegel. Soddisfatti per l'iniziativa i presidenti delle associazioni di categoria, Rosita Matrone, Federalberghi, e Luigi Longobardi, Confcommercio.