Metronapoli.it

FacebookYoutubeRSSTwitter

E-Magazine & Web TV della Citta' Metropolitana di Napoli - Registrazione al Tribunale di Napoli 5113/2000

Gragnano, biblioteca comunale intitolata ad una vittima innocente della camorra

22/1/2016 - Alle 16, presso la Biblioteca Comunale di Gragnano, verrà presentato l'incontro "Città, territorio e criminalità: presente e futuro della Gragnano che non si arrende". All'interno dell'evento sarà presentata ufficialmente l'iniziativa per intitolare la biblioteca a Michele Cavaliere, vittima innocente della camorra.

"Serve una presa di coscienza generale sui rischi che la nostra città corre, ma anche e soprattutto sulle opportunità che offre". A dichiararlo è Vincenzo Zurlo, presidente dell'associazione "LegalmenteItalia", presentando l'incontro “Città, territorio e criminalità: presente e futuro della Gragnano che non si arrende”, che si terrà oggi alle 16 presso la biblioteca comunale di Gragnano, cui prenderanno parte il sottosegretario alla Difesa, Gioacchino Alfano, i consiglieri regionali Alfonso Longobardi ed Enza Amato, e il coordinatore provinciale di Forza Italia, Antonio Pentangelo. L’Amministrazione comunale sarà, invece, rappresentata dal sindaco Alberto Vitale.
"Il problema a Gragnano, - ha aggiunto Zurlo - come nel resto della provincia, è che tutto viene accettato senza senso critico, senza una reale predisposizione al cambiamento. E questo fa sì che l’anormale venga percepito come normale e quindi i piccoli e grandi gesti di criminalità diffusa accettati e tollerati. Purtroppo, le coscienze non si sono risvegliate nemmeno dopo i terribili ultimi episodi di cronaca".

Durante l’incontro sarà presentata ufficialmente anche l’iniziativa lanciata dall’associazione di intitolare la biblioteca comunale a Michele Cavaliere, vittima di un vile attentato di camorra nel 1996 per essersi ribellato al pagamento del racket. Per questo motivo, parteciperà ed interverrà alla manifestazione Raffaele Cavaliere, figlio di Michele, che ha intravisto nell'iniziativa dell'associazione una straordinaria opportunità per un risveglio di coscienze in tutta la città.

L’evento vedrà inoltre la partecipazione degli alunni della Fucini-Roncalli e del II Circolo, che concorreranno nell’analisi del tema trattato, forti di un percorso didattico di sviluppo di cittadinanza attiva.